Era il 5 ottobre 2011 quando il cuore di Steve Jobs ha smesso di battere ed il suo mito ha iniziato ad essere planetario.

Dopo sei anni, infatti, la sua figura è sempre più d’ispirazione per milioni di persone in tutto il mondo.

Tanto che il numero autografato (ed autentificato) di Newsweek del 24 ottobre del 1988, con un giovane Steve Jobs in copertina e il titolo Mr. Chips, è arrivato a valere più di 10mila dollari.

LEGGI ANCHE: Bocconi mette in palio 35mila euro: concorso aperto a tutti gli studenti

Steve Jobs, da un garage al tetto del mondo

Tanti sono gli oggetti appartenuti a Jobs che sono finiti all’asta.

Dai documenti di fondazione della Apple, nata il 1° aprile 1976, passando per i suoi inseparabili dolcevita nero e jeans blu.

Dopo una lunga malattia che l’ha debilitato parecchio, Steve Jobs è morto il 5 ottobre 2011.

Per il lancio del nuovo iPhone X, Jobs è stato ricordato con grande affetto da tutti, grazie anche all’intitolazione del nuovo auditorium a lui dedicato.

Per ricordarlo, riproponiamo il celebre discorso di “stay hungry, stay foolish“, tenuto alla Stanford University nel 2005.

LEGGI ANCHE: Affitti e spese universitarie: Milano e Roma tra le più care. Catania cheap

2 commenti

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here