Se vai a letto tardi, potreste essere più intelligente.

Una ricerca ha dimostrato un antico proverbio: dormire troppo fa male.

Esiste infatti una correlazione tra quoziente intellettivo e abitudini notturne: più alto è il quoziente intellettivo, più si è svegli e vigili durante la notte.

Se vai a letto tardi sei più intelligente?

Per il magazine Psychology Today, chi va a letto tardi è più intelligente.

I risultati dello studio, capeggiato dal professor Satoshi Kanazawa, mostrano come le persone con un quoziente intellettivo più alto tendano di norma a stare svegli la notte tardi ed alzarsi tardi la mattina.

Sono state analizzate più di 20.000 persone e il risultato è stato unanime.

Che dormire almeno 7 o 8 ore a notte sia fondamentale è risaputo.

Di conseguenza, va bene azionare il nostro cervello fino a tarda serata o notte fonda, purché la mattina si possa riposare fino a tardi.

LEGGI ANCHE: Come pagare meno tasse all’università: tutto sulla No Tax Area

10 cose che solo i notturni possono capire

  • Desidereresti che il mondo circostante si adattasse al tuo orologio biologico: invece devi adattarti alla maggioranza delle persone;
  • Spesso inizi a guardare un film per conciliare il sonno e invece guardi anche il sequel;
  • Il cinguettio degli uccellini ti fa capire di aver esagerato nuovamente;
  • Per te la luna è molto più affascinante del sole;
  • Certe volte vorresti andare a letto in un orario “normale”… ma non ci riesci e devi far qualcosa;
  • Se scatta l’idea, ci lavori fino all’alba;
  • In tre ore di lavoro di notturno sei più produttivo che in tutta la settimana;
  • I programmi televisivi notturni sono diventati il tuo pane quotidiano;
  • Lo spuntino notturno è una roba a cui non puoi più rinunciare;
  • Sabato e domenica, mediamente, ti svegli alle tre del pomeriggio.

LEGGI ANCHE: Quali sono i diritti e i doveri degli studenti universitari?

1 commento

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here