Sapevate che esistono diritti e doveri di uno studente universitario?

Una carta che, chi sceglie di proseguire gli studi dopo il diploma, dovrebbe conoscere e rispettare.

L’articolo 34 della Costituzione italiana, ad esempio, sancisce il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.

L’articolo 34

L’articolo 34 specifica che “La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso”.

Causa burocrazia, purtroppo, non sempre questo principio viene portato a compimento.

LEGGI ANCHE: Come pagare meno tasse all’università: tutto sulla No Tax Area

Diritti e Doveri degli studenti universitari

Tutto parte dallo Statuto dei diritti e dei doveri degli studenti universitari.

L’organo garante degli articoli dello statuto è il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari.

Ogni universitario può rivolgersi in merito alla corretta applicazione dello Statuto stesso.

Ecco una sintesi degli argomenti all’interno di ogni Statuto.

Principi e tutele fondamentali

Menzione particolare merita “il diritto a percepire la borsa di studio nell’anno accademico di riferimento”.

Alloggi e vitto sono alcuni potenziali benefici di cui lo studente può usufruire.

Questo attraverso l’istituzione delle Residenze e Mense Universitarie.

Altri diritti sono la garanzia del diritto allo studio per gli studenti disabili, l’adeguata assistenza agli studenti stranieri o agli studenti che vogliono internazionalizzare la loro carriera universitaria.

Uno dei doveri è il mantenimento del decoro e della pulizia degli spazi dell’Ateneo.

LEGGI ANCHE: Promo Apple per studenti: comprando Mac o iPad, cuffie Beats in regalo

Prove d’esame

Per quanto riguarda le prove d’esame, gli studenti hanno diritto a richiedere di essere esaminati dal docente titolare del corso.

Inoltre, devono avere una “ragionevole programmazione del proprio carico di studi” attraverso congruo numero e cadenza di appelli.

Visionare materiale relativo a precedenti prove d’esame scritto è un altro diritto degli studenti.

Su didattica, tasse e servizi

Diritto ad usufruire dei servizi informatici e bibliotecari, anche in orario notturno.

 

 

Gli studenti hanno diritto di conoscere i meccanismi di calcolo nella definizione dell’importo delle tasse da versare.

Tutti gli studenti godono di elettorato passivo e attivo.

Ciò si esplica nel diritto di rappresentanza in Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Consigli di Facoltà e Consigli di Corsi di Laurea.

 

Ogni Ateneo si deve impegnare in modo tale che stage e tirocini siano “attinenti alle finalità didattiche del Corso di Laurea”.

Diritto alla mobilità e diritto ad avere convalidati i crediti maturati nel passaggio di corsi di laurea uguali o affini.

 

Sui dottorandi di ricerca, c’è il diritto all’assegnazione di un tutor, alla rappresentanza negli organi centrali di Ateneo, il poter usufruire di sospensione per malattia, maternità o lavoro e il poter richiedere un breve rinvio dell’esame finale.

 

Adesso che siete a conoscenza di questo Statuto, non vi rimane che fare un salto sul sito della vostra università e consultare il vostro Regolamento di Ateneo.

6 commenti

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here