Partendo dal presupposto che il gatto è l’animale più egocentrico presente in natura, molte volte può accadere che se non dedichi loro l’attenzione che desiderano, faranno di tutto per catturarla (con le buone o con le cattive maniere)!

Eh sì, i nostri piccoli felini sono disposti a tutto pur di essere posti al centro delle attenzioni del proprio padrone.

Il mio gatto mentre studio

Dopo lunghe osservazioni del comportamento del mio gatto in questi momenti, posso esplicarvi la tecnica che usa per attirare il mio sguardo:

  1. Si avvicina alla scrivania ed al mio libro con cautela, cercando di passare inosservato;
  2. Salta sul tavolo rimanendo, però, sempre ad una distanza considerevole… e mentre osserva, annoiato, il mio tomo, finge di addormentarsi.
    A questo punto riprendo a studiare credendolo innocuo, ma è proprio in questo momento che inizia il suo show: butta giù matite, penne, fazzoletti, evidenziatori ed inizia a giocare con tutto ciò che trova;
  3. Io, ovviamente, inizio a guardarlo scocciata, raccogliendo tutto ciò che ha fatto cadere, e con fatica cerco di recuperare la concentrazione.

Ma ogni santa volta che arrivo al fulcro del testo che sto studiando, proprio nel momento in cui dovrei stare più attenta, lui inizia ad attaccarmi la penna, impedendomi così di scrivere.

Il gatto, lo sa quando è il momento più opportuno, il gatto sa tutto.

Arrabbiata, lo guardo e lo sgrido, ma lui riesce sempre ad imbambolarmi in qualche maniera, o mettendosi a pancia in su o facendo un po’ le fusa…

Ed ecco che è già stato tutto dimenticato… ma, oramai, la concentrazione se n’è bella che andata!

Voi direte, “bhè basta chiuderlo fuori dalla porta“, ma no, il mio gatto sa aprirsele!

“Allora ignoralo?“… Vi rispondo subito: è i m p o s s i b i l e.

Chiunque stia leggendo questo articolo, e ha un gatto, lo sa bene.

LEGGI ANCHE: La barzelletta dell’università: il video virale con Italia, Germania e Francia

Prendiamo esempio dalla tenacia dei gatti

Loro possono osservarti per ore, e prima o poi tu, stufo di sentirti uno sguardo addosso incessantemente o di sopportare vari miagolii, alla fine cederai alle coccole e alle attenzioni tanto desiderate.

Se opti di fare un break dallo studio, e quindi di allontanarti dalla scrivania per un po’ di tempo, stai sicuro che al tuo ritorno il gatto starà dormendo beato sul tuo libro!

Quando, finalmente, affranto e rassegnato deciderai di chiudere il tomo, optando di fare qualcos’altro, al 99% il felino si acquatterà e molto probabilmente se ne andrà a dormire, lasciandoti lì inerte e deconcentrato.

Conclusione? Il gatto otterrà sempre quello che desidera!

Penso proprio che dovremmo imparare la tenacia dai nostri piccoli felini!

Athena Zandonai

LEGGI ANCHE: Vita da pendolari: lo stress del pranzo, tra panini e mense

2 commenti

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here