Milano si conferma tra le città con la maggiore offerta di sharing mobility.

Dopo auto, moto a tre ruote (che verranno eliminate presto), biciclette pubbliche e private, adesso è arrivato il momento degli scooter.

E questo non può che far felici la città e tutti i suoi abitanti.

A Milano sbarca il moto sharing

MiMoto è il primo servizio di moto sharing totalmente elettrico a Milano, non avrà stazioni fisse di prelievo ed è pronto ad invadere la città.

Proprio oggi, 12 ottobre, si è tenuta la conferenza di presentazione.

L’idea è di amici (Alessandro Vincenti, Vittorio Muratore e Gianluca Iorio) che, dopo aver creato la start up, hanno trovato i finanziamenti privati.

Dopo vari test-drive e prove sul campo, adesso MiMoto è pronto davvero allo sbarco sul mercato.

Gli scooter, dell’azienda italiana Askoll, sono di colore giallo Milano, a due posti e dotati di due caschi di misure diverse.

E, inoltre, sono elettrici: in ognuno c’è una batteria con un’autonomia di circa 80 chilometri: questa verrà sostituita dagli addetti ai lavori al momento della ricarica.

In media, si stima che ogni prelievo vada dai 5 ai 7 chilometri percorsi in città.

LEGGI ANCHE: Migliaia di corsi online (e gratis) delle università migliori del mondo

Come funziona MiMoto?

Il funzionamento è molto semplice e, come tutti gli altri servizi di sharing mobility, si baserà su un’applicazione.

Tramite uno smartphone si trova lo scooter più vicino, lo si apre e lo si accende con un clic, senza chiavi.

Altro punto a favore del servizio è quello di essere completamente free floating, cioè non ha piazzole di sosta. Proprio come quasi tutti i car e bike sharing in circolazione.

In parole povere, si può prelevare e lasciare ovunque. L’unica limitazione, se così si può chiamare, è che tutto avvenga all’interno dell’area operativa.

Attualmente l’area operativa è quella all’interno della cerchia della Circolare 90-91, anche se si stanno studiando soluzioni per allargarla.

Quanto costa?

Le tariffe del servizio, tra le più competitive sull’attuale mercato italiano, sono disponibili qui (http://mimoto.it/tariffe-scooter-sharing/).

LEGGI ANCHE: A sei anni dalla morte, il video del discorso di Steve Jobs a Stanford

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here