Nel 2016, l’età media dei laureati è stata di 26,1 anni.

24,9 per i laureati triennali, 26,9 per i magistrali a ciclo unico e 27,5 per i magistrali biennali.

Il dato, dalla ricerca di AlmaLaurea, tiene conto anche di eventuali ritardi nell’iscrizione.

Laureati sempre più giovani

L’età della laurea diminuisce e continua a diminuire sensibilmente: appena nel 2006, infatti, era di 27,1 anni.

Altro dato positivo riscontrato è relativo alla regolarità negli studi, ossia nella capacità di finire gli studi nei tempi previsti.

Sempre nel 2006, il 34% dei laureati terminava gli studi in corso.

Dieci anni dopo, nel 2016, la percentuale arriva al 49%.

Con il 57% tra i magistrali biennali, il 48% tra i triennali e il 37% tra i magistrali a ciclo unico (qui gioca un ruolo importante la facoltà di Giurisprudenza).

LEGGI ANCHE: Studenti di Economia: 6 anni per la laurea e lavoro in 5 mesi. I dati AlmaLaurea

Professioni sanitarie più tardi

Per quanto riguarda le lauree a ciclo unico, la media va dai 26,8 anni per Giurisprudenza e Farmacia ai 27,9 di Veterinaria.

Nelle lauree magistrali biennali, la media si attesta sui 27,5 anni.

Per professioni sanitarie, la media arriva a 31,5 anni (30,1 per il gruppo insegnamento e tra 26 e 27 anni per i gruppi chimico-farmaceutico, economico-statistico, scientifico e ingegneria).

Tuttavia, come detto prima, questi dati risentono parecchio della rilevante presenza di laureati iscritti al biennio magistrale in età superiore rispetto a quella canonica.

LEGGI ANCHE: Luigi Milana, settima laurea a 82 anni. “Studiate, la cultura è fondamentale”

2 commenti

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here